lunedì 11 aprile 2016

Frollini di farro e mais con bacche di goji e rosmarino - #mtc56




Tempo buono.
Tempo di MTC#56.
Con Aprile e la primavera arrivano anche i biscotti di Dani e Juri www.acquaementa.com , freschi, anzi, fragranti vincitori del mese passato.

Una sfida che solo all’apparenza può sembrare facile o poco impegnativa.

In realtà andando a leggere il loro post dedicato all’argomento vi accorgerete che i biscotti “fatti bene” non sono poi così scontati!


Certo, direte voi, quelli che facciamo sempre o quelli che fatti con la ricetta della nonna sono sempre buonissimi e su questo non si discute: ma visto che la pasticceria è un’arte con regole ben precise allora se vogliamo conoscere e approfondire bene un dato argomento dobbiamo seguire certi accorgimenti.

Così ho cercato di fare io: delle tre versioni di pasta proposte da Dani e Juri (frolla classica, sablée e frolla montata) ho scelto subito l’ultima, non avendola mai provata.
Ho avuto le mie difficoltà (perché io amo picchiarmi con il burro da montare insieme allo zucchero….) ma alla fine credo di avere ottenuto l’impasto corretto.



Poi c’è da dire che litigo sempre volentieri anche con il forno (per par condicio) e quindi oltre ad essersi un pochino appiattiti qualche biscotto è risultato un po’ “sbruciacchié” ma, ça va sans dire, è stato prontamente da me occultato tramite fagocitazione diretta.

In ogni caso, come sempre la forma lascia a desiderare, ma il gusto era ottimo: alla fine sono risultati dei frollini veramente “frollinosi” (scrivo alla Crusca?!!??) e quindi molto “leggeri” quando te li trovi in bocca (insomma, non di quelli che ti fanno l’effetto del cemento di pronta, ecco).

Per quanto riguarda la caratterizzazione ho scelto un mix tra farina di farro e farina di mais, con bacche di goji e rosmarino e fiori: un po’ primaverili, un po’ estivi, molto solari!!! ;-)




FROLLINI DI FARRO E MAIS CON BACCHE DI GOJI E ROSMARINO

Per la frolla montata (ricetta di Leonardo Di Carlo)
125gr zucchero a velo
250gr burro a temperatura ambiente
250gr farina di farro
125gr farina di mais fioretto
1 uovo + 1 tuorlo
La scorza grattugiata di 1 limone non trattato
Un  pizzico di sale

Per il ripieno
40gr bacche di goji disidratate
1 cucchiaio di rosmarino fresco tritato e fiori


Mettere le bacche di goji in acqua tiepida per qualche minuto, giusto il tempo di idratarle appena, poi asciugarle in due fogli di carta assorbente.
Nella planetaria mettere il burro ammorbidito con il sale e la scorza del limone: cominciare ad amalgamare.
Aggiungere quindi lo zucchero e cominciare a montare leggermente.
Poco per volta aggiungere l’uovo intero, fare assorbire bene e poi incorporare il tuorlo.
Una volta ben amalgamato, aggiungere le farine mescolate, il rosmarino ben tritato e i fiori puliti e leggermente spezzettati e montare fino a completo assorbimento.
Con un cucchiaio incorporare infine le bacche di goji mescolando delicatamente.
Foderare una teglia con della carta forno, inserire il composto in una sac-à-poche, scegliendo un beccuccio sufficientemente largo per permettere alle bacche di uscire (perché faccio questa nota apparentemente a prova di idiota?! Perché ovviamente io ne avevo scelta una troppo piccola. Fine.) e formare i biscotti come più vi aggrada.

Infornare quindi a forno già caldo, 180°C, per circa 10/12 minuti.

Sfornare, fare raffreddare e volendo cospargere di zucchero a velo.



Non proprio del capolavori a vedersi, ma ottimi nel gusto: la friabilità e l’aroma di limone subito, il sentore di rosmarino poi e la morbidezza delle bacche di goji, il tutto avvolto da una burrosa rotondità. Ottimi per il tè o per il dopocena, magari con un po’ di Vin Santo….

Con questa ricetta partecipo all’ MTC di Aprile, number 56!!





14 commenti:

  1. Bella l'idea di mescolare farro e mais, sicuramente la sensazione al palato sarà particolare, ruvida il giusto.
    Mi piace la scelta delle aromatiche, soprattutto dei fiori di rosmarino, io ci faccio di tutto, adoro la loro potentissima fragilità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Fabiana!!! Onoratissima della tua visita :-)

      Elimina
  2. Wow...e sai perchè te lo dico??? Perchè conosco la frolla montata, ed è una "brutta bestia", cioè io ho fatto quella (seguendo pedissequiamente la ricetta) di Massari e non so come mi è riuscita alla prima (che kiul) e ovviamente il risultato ottimo....e tu hai fatto la frolla così alla prima cambiando le farine...e quindi chapeau mia cara perchè non era facile e invece risultato buono sicuramente per la scelta dei profumi...ma credimi non li trovo per nulla alla "SperainDio" anzi.... ci farei una bella figura a servirli su un vassoio all'ora del tè con le amiche fassssion!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le amiche fassssssion non ce le ho, ne ho solo di genuinamente grezze, per cui questi biscottazzi andrebbero benissimo!!! ;-)
      Grazie Flavia, sono contenta del risultato, nonostante le mie modifiche dovute semplicemente a questione di gusto personale!

      Elimina
  3. Beh, io rientro nella categoria delle "genuinamente grezze", perciò, armata dei miei amici antidoti (è che sono allergica al nichel!), non potrei dire di no a un paio di queste meraviglie ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahi Teresa, mi spiace...ma vai con gli antidoti!! ;-)

      Elimina
  4. Bello sia il mix di farine, sia la scelta di abbinare bacche di goji e fiori di rosmarino. Quest'anno il mio povero rosmarino non è fiorito: una pianta di ortica enorme è cresciuta nel suo vaso oscurandolo, e solo da un paio di settimane ho trovato il tempo di sradicarla. Chissà che adesso non si riprenda, poverino.
    Ma tornando ai tuoi biscotti, io che amo le consistenze ruvide ma sincere non posso che apprezzarli: brava davvero!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Mapi! Erano davvero buoni! E se ti serve un trapianto di rosmarino chiedi pure, perchè noi ne abbiamo un bosco!!!

      Elimina
  5. Sei partita dalla proposta più difficile! Bella l'idea di unire rosmarino e bacche di goji e mi piace molto anche il mix di farine che hai utilizzato! Consistenza e sapore certamente ottimi, vedrai che la prossima volta ci avrai preso la mano per ottenere anche una frolla montata che non perde la forma!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Daniela, ci riproverò senz'altro, e grazie soprattutto per l'idea, senza la quale non so se mi sarei cimentata!!

      Elimina
  6. abbinata azzecata! fanno proprio voglia, complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Lisa, garantisco per la bontà ;-) !

      Elimina
  7. Ma che brava, Viviana! non solo per la parte tecnica, che hai superato brillantemente, ma anche perché sei riuscita a creare biscotti relativamente sani (il relativamente è un complimento, considerata l'idisincrasia della sottoscritta per certe mode) e dannatamente buoni. Altro che quelle robe a base di bacche e farine naturali che ti impastoiano la bocca e ti fan cercare con lo sguardo il primo bidone della rumenta, mentre dici "mmmh che buono". Questi sono buoni per davvero: e grandiosa la scelta della frolla montata con farine pesanti. Era questo quello che intendevo, quando parlavo di ragionamento sulla tecnica da utilizzare-e tu lo hai inteso perfettamente. Brava, brava, brava.

    RispondiElimina
  8. Non scegliere a caso... se cerchi bene c è il prodotto giusto per te. Prova le bacche di goji. Vai su http://www.vitalbios.com/A/MTQ2NDk3ODgzOCwwMTAwMDAxNCxiYWNjaGUtZGktZ29qaS5odG1sLDIwMTYwNzAxLG9r

    RispondiElimina